Hotel Indigo Venice - Sant'Elena
Più opzioni
Prenota
  • Miglior Tariffa Garantita

Il quartiere di Sant’Elena

Vi diamo il benvenuto a Sant'Elena.

Venezia conta circa 55mila residenti ed un flusso di 30 milioni di visitatori all’anno. Non lasciatevi però ingannare dalla sua popolarità: la città custodisce ancora alcune zone tranquille e quasi inesplorate dalle folle. Un esempio è proprio l’isola di Sant’Elena, dove la vita scorre ad un ritmo lento, quasi di altri tempi. Un quartiere autentico ed incredibilmente verde, dove incontrerete residenti a passeggio con il cane molta più frequentemente di comitive di turisti.

Sant’Elena è un luogo tranquillo dove rilassarsi e lasciare alle proprie spalle il frenetico tramestio di San Marco. Sa però anche offrire molte piacevoli opportunità di svago, a partire dagli edifici storici, testimonianze della storia del quartiere, fino alle calli meno turistiche, passando per i parchi. A pochi passi, i Giardini della Biennale costituiscono un vero polo internazionale dedicato all’arte e all’architettura.

(Visited 804 times, 1 visits today)
Un'oasi verde e rigogliosa
Isola di Sant'Elena

Il nostro hotel sorge nel cuore del quartiere ed è ospitato in un ex monastero degli anni '30. Vi colpirà fin da subito il chiosco interno, una vera rarità a Venezia, oltre che un'oasi verde di pace. Tra le strutture limitrofe sorge l'elegante chiesa di Sant'Elena, edificata dai monaci agostiniani nell'XI secolo e nota per il suo campanile, punto di riferimento per la città. Noterete fin da subito quanto il nostro quartiere sia avvolto da un'atmofera calma, quasi inusuale per Venezia.

Una sensazione di serenità vi pervaderà non appena raggiungerete l'approdo più vicino del vaporetto, nel meraviglioso Parco delle Rimembranze. I parchi pubblici sono tutt'altro che frequenti a Venezia, approfittatene e godetevi una passeggiata al sole, la lettura di un buon libro, magari sorseggiando un'ombra di vino o bicchiere di prosecco.

Dopotutto, siete ancora a Venezia.

lontana dalle folle
Autenticità di altri tempi

Oggi San Marco ed il centro sono raggiungibili con poche fermate di vaporetto o con una piacevole passeggiata lungo la Laguna, ma fino alla Prima Guerra Mondiale la situazione era ben diversa: Sant'Elena era infatti un'isola a tutti gli effetti, lontata dalla frenesia del centro città anche per un'effettiva mancanza di collegamenti.

Solo successivamente fu dificato il ponte che la collegò definitivamente alla parte più occidentale del Sestiere Castello. Tuttavia la lontananza è sempre stata più astratta di quella puramente geografica, la ritroviamo ancora oggi nella forte identità che caratterizza il quartiere e nell'autenticità che continua a mantenere, lontano dai riflettori.

L'atmosfera è però sempre ricca di fermento ed innovazione, grazie alla vicinanza ai Giardini della Biennale e alla manifestazione stessa. Cosa vi attende, quindi, a Sant'Elena? Lo definiamo mix emozionante di storia, tradizione e cultura, che difficilmente troverete altrove.

I Giardini della Biennale: tra Arte ed Architettura
A pochi passi a nord dell’hotel si trovano i Giardini della Biennale, voluti da Napoleone Bonaparte quando, agli inizi dell’Ottocento, Venezia si trovava sotto il dominio francese. Il parco ospita quasi 30 padiglioni di paesi stranieri, delle vere e proprie rappresentanze culturali permanenti che raccontano l'arte e l'architettura del paese di orgigine. Alcunii esempi significativi: il Padiglione della Gran Bretagna è un edificio neoclassico del XIX secolo, il Padiglione degli Stati Uniti d’America è una grande struttura palladiana in marmo, mentre quello australiano dalla foggia di una scatola nera è un chiaro esempio dell’architettura del XXI secolo. I Giardini diventano quindi fulcro dell'arte e della cultura moderna, visitabile tutto l'anno. Raggiungono tuttavia il momento di massimo splendore durante lo svolgimento della Biennale di Venezia, dedicata, ad edizioni alterne, all'arte moderna e all'architettura.
Sebbene i Giardini della Biennale siano il cuore pulsante della Biennale, molti eventi si svolgono anche all'Arsenale, un cantiere navale risalente al periodo in cui la potente città-stato veneziana dominava il commercio nel Mediterraneo. Nel XVI secolo l'Arsenale era una vera "città nella città", dove una forza lavoro di 16mila persone era in grado costruire navi pronte a salpare, in un solo giorno. Questo vasto complesso, a pochi passi dal nostro hotel, merita una visita al di fuori delle manifestazioni d'arte o di architettura. Degna di dota la sua porta principale, primo esempio di architettura rinascimentale della città.

a pochi minuti dalle spiagge dorate

Lido di Venezia

Di fronte a Sant'Elena scorgerete subito il Lido di Venezia, sede della celebre Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica. Tra quelli del settore, è l'evento più antico del mondo e uno dei tre più importanti al mondo insieme a quelli Cannes e Berlino. Il Lido è la spiaggia più amata dai veneziani, un luogo sorprendentemente incontaminato considerando i suoi 12 chilometri di sabbia dorata e la splendida vista sulla laguna. Avventurarsi fino alla punta meridionale del Lido può regalare sorprese e panorami inaspettati, immersi tra le dune di sabbia.