Hotel Indigo Venice - Sant'Elena
Più opzioni
Prenota
  • Miglior Tariffa Garantita

La Festa del Bòcolo

Aprile – Leggenda narra che Tancredi, ragazzo del popolo, partì in battaglia con l’esercito di Carlo Magno per coprirsi d’onore e meritare la mano dell’innamorata Maria, figlia del Doge Partecipazio. Il giovane, però, perse tragicamente la vita durante uno scontro, cadendo in un roseto.

A Venezia fece così ritorno solo un bocciolo di rosa tinto del suo stesso sangue. Il giorno successivo, nella Festa di San Marco, Maria fu trovata morta, con il fiore in mano.

(Visited 37 times, 1 visits today)

La Festa di San Marco

Il 25 Aprile ricorre la Festa di San Marco Evangelista, Santo Patrono di Venezia. La leggenda narra che le sue reliquie furono riportate a Venezia da Alessandria d'Egitto nel 828 da due mercanti veneziani, con una stratagemma ingegnoso. Si dice che riuscirono a sottrarre il corpo dai musulmani nascondendolo sotto della carne di maiale, tenuta sempre a distanza durante le ispezioni doganali, per un fattore religioso.

Tradizione vuole che San Marco abbia evangelizzato il popolo nella forma di leone alato che, tra le zampe, tiene una spada ed un libro. Sulle pagine aperte si legge Pax tibi marce Evangelista Meus, Pace a te o Marco mio Evangelista.

In veneziano il bocciolo di rosa è il bòcolo e l'usanza di donarlo è ancora oggi molto diffusa.

Tutti gli appuntamenti ed eventi in città

Eventi a Venezia